I barbari della Medicina mi fanno pena perché non hanno il coraggio di imparare a “nuotare”, buttandosi nell’acqua del fiume.

Oggi è morta per Cancro del Seno una carissima persona,  chenella vita, a partire dalla nascita, ha incontrato Medici che non sapevano “nuotare” e non avevano il coraggio di buttarsi nell’acqua del fiume o del mare, come facevamo  noi,  una volta, bambini di Liguria.

Leggete prima, come INCIPIT la saggia riflessione sul doloroso e tragico evento, che mi scrive un Amico prezioso:

<<<Noi che stiamo al di là del fiume, passeggiando liberamente sulle praterie, col cuore aperto e libero e sincero, non possiamo far nulla: osserviamo infatti chi sta dall’altra parte di questo fiume, immobile, protetto dall’ombra dell’albero, ozioso, che magari sogna, in fondo al cuore, di correre liberamente

come noi, col cuore aperto e libero e sincero, su quelle vaste praterie, però non può, perché dice: “Non so nuotare, non so andare dall’altra parte del fiume”.

Il paradosso di questa storiella è che finché chi sta sotto l’albero non si tuffa nel fiume non imparerà mai a nuotare, e non imparando mai a nuotare non si butterà mai nel fiume, e non si butterà mai nel fiume per paura, perché non sa nuotare, e non imparerà mai a nuotare, perché non avrà mai il coraggio di buttarsi nel fiume, e così via, all’infinito, perciò non arriverà mai dall’altra parte, e così lentamente andrà verso la morte, verso una morte oziosa, prigioniero dei suoi oziosi pensieri e della sua ombra>>>.

Ebbene sì: i barbari della Medicina, la cui desolante origine risale alla fine degli anni ’40 del secolo scorso a Framingham, USA, mi fanno pena, anzi di più, molto di più.

Alle mie domande sul Terreno Oncologico e sul Dipendente Reale Rischio di Cancro, tacciono in modo ignobile, protetti dal un tracotante potere senescente, riverbero pallido di quello dei loro sponsors, specialisti in economia.

Mostrando un comportamento suicida-omicida, i barbari della Medicina non sentono più – se mai una volta lo sentirono – il grido di dolore dell’Umanità sofferente e morente;  http://www.change.org/p/presidente-della-repubblica-ministro-della-salute-cardinale-angelo-bagnasco-che-rispondano-di-aver-letto-la-petizione-non-dicano-non-lo-sapevo.

Considerano difficile la Semeiotica Biofisica Quantistica, che insegnerebbe loro come affrontare in modo nuovo la lotta al cancro, epidemia in aumento, anche se la Medicina tecnologica è al suo vertice (1-3). Non sanno “nuotare” per mancanza di coraggio.  Don Abbondio non ha mai abitato i Liguria!

Rivolgo a questi individui,  che stanno “sotto l’albero” per paura di buttarsi nel fiume, sia  l’incitamento a “buttarsi ” coraggiosamente in acqua, sia  l’ennesimo invito di venire a Porretta Terme Venerdì 19 settembre pv. per confrontare, faccia a faccia, il loro protocollo di lotta al cancro del seno,  con la mia non costosa Prevenzione CLINICA Pre-Primaria e Primaria del tumore maligno.

Ne guadagneranno certamente i milioni di donne e uomini che, altrimenti, in un prossimo futuro saranno colpiti dal cancro della mammella nonostante il loro dorato e arcadico screening, a patto che non iniziamo subito una prevenzione primaria efficace, non costosa, su vasta scala, realizzata razionalmente,  in persone a Reale Rischio Congenito di Cancro del Seno.

1) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

2) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention. Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039. http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention. Bentham PG., Current Nutrition & Food Science ISSN (Print): 1573-4013; ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9, ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011; http://eurekaselect.com/106105

Advertisements

Tags: , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: