Archive for April, 2013

Diabete Mellito: Questo Sconosciuto. Cinque Stadi del T2DM oscurati dalla Proteina RANKL.

April 3, 2013

Per comprendere la natura della presente epidemia diabetica in aumento, è consigliabile la seguente lettura:   Nature Medicine | Letter

Blockade of receptor activator of nuclear factor-κB (RANKL) signaling improves hepatic insulin resistance and prevents development of diabetes mellitus. Stefan KiechlJürgen WittmannAndrea Giaccari,  et. al. Nature Medicine  19,  358–363, (2013) doi:10.1038/nm.3084. http://www.nature.com/nm/journal/v19/n3/full/nm.3084.html

Anche in Nature Reviews Endocrinology 9, 188 (April 2013) | doi:10.1038/nrendo.2013.43, nell’articolo “Diabetes: Blocking RANKL signalling might prevent T2DM, Carol Wilson riferisce gli stessi possibili benefici nell’ostacolare l’insorgenza del DM mediante il blocco dei segnali intracellulari legati a RANKL.

In verità, nell’Agosto 2011, nell’articolo “The RANKL/RANK/OPG Signaling Pathway Mediates Medial Arterial Calcification in Diabetic Charcot Neuroarthropathy”, http://diabetes.diabetesjournals.org/content/60/8/2187.fullAgbor NdipAlfred Williams, Edward B. Jude, et al.  – Diabetes August 2011 vol. 60 no. 8 2187-2196 – riferirono che in diabetici colpiti da neuroatropatia di Charcot (CN), l’attivazione della proteina RANKL era associata ad osteolisi e calcificazione vascolare.

A livello osseo, RANKL, un membro della famiglia delle citochine del TNF e ligando della osteoprotegerina, agisce come un  fattore  chiave per l’attivazione-differenzizione degli osteoclasti.

Tutti questi Autori partono dall’ipotesi 0 che l’attivatore del recettore per il fattore nucleare κB (RANKL)  – conosciuto anche come  tumor necrosis factor ligand superfamily member 11 (TNFSF11), TNF-related activation-induced cytokine (TRANCE), osteoprotegerin ligand (OPGL), and osteoclast differentiation factor (ODF) nell’osso nota pure come CD254,  proteina codificata  nell’uomo dal gene TNFSF11 –    incrementa nel fegato la produzione di citochine dell’infiammazione causando la ridotta sensibilità insulinica dell’epatocita, che ha accumulato grassi.  Notoriamente, insulino-resistenza, accumulo di grasso endocellulare ed infiammazione sono strettamente associati.

Purtroppo però non conoscendo i Cinque Stadi del T2DM, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica,  tutti questi Autori non sanno che quanto scrivono – che è vero  e corroborato da me clinicamente – si realizza tardivamente nella storia naturale del diabete, cioè nel III Stadio.

E’ sospetto, e desolante insieme,  che gli Autori del citato lavoro, gli Editori di Nature Medicine e i mass-media che a suon di trombone riferiscono la notizia strepitosa a sostegno delle meravigliose e progressive sorti della Medicina Serva dell’Economia,  ignorano che la Semeiotica Biofisica Quantistica permette al medico non solo di riconoscere con un fonendoscopio  la Costituzione Diabetica e il dipendente  Reale Rischio Congenito, ma anche l’infiammazione nel fegato e la steatosi epatici!  Questi fatti si osservano ad iniziare  dal III Stadio del DM, cioè dopo parecchi decenni dalla nascita, quando è presente il I Stadio diabetico, eliminabile con la Terapia Quanisctica: V. avanti!.

Anche se non riceverò nemmeno una risposta – giustificata per lo meno  dalla comune educazione – ho inviato una mail agli Editori di Nature Medicine, e agli Autori della Letter  dicendo che decenni  prima dell’attivatore del recettore per il fattore nucleare κB (RANKL) aumentato viene il Reale Rischio Congenito di DM tipo 2, che purtroppo né loro, né gli Autori degli altri articoli e i mass-media veline-dipendenti, conoscono.

Quando la SBQ consente di osservare segni di infiammazione e steatosi nel fegato è troppo tardi: il T2DM  è già  nel suo III Stadio con alterazioni dei numerosi segni SBQ, secondo la mia classificazione. A questo punto, parlare di una futura possibilità terapeutica, finalizzata ad abbassare il livello di RANKL per prevenire il diabete non serve assolutamente a niente: le cosiddette complicazioni sono già incominciate.

Per combattere l’epidemia diabetica occorre la volontà ed  insegnare ai Medici cos’è e come si riconosce con un fonendoscopio il Reale Rischio Congenito di DM tipo 2, dipendente dalla realtiva Costituzione.

Di seguito la mail inviata il 3 Aprile 2013 a Professori e Editori famosi:

—– Original Message —–

From: Sergio Stagnaro

To: georg.schett@uk-erlangen.de

Cc: SISBQ mailing list ; medicine@natureny.com ; institutions@nature.com ; annals@mail.acponline.org ; TheLancet@lancet.com ; carole.corkery@cma.ca ; New Engl J Med ; JAMA ; Diabetologia Editors ; ATHERO .org ; archinternmed@jama-archives.org ; Diabetescare@diabetes.org ; endocrinology.editorial.office@frontiersin.org ; ibaik@kookmin.ac.kr ; ejcn@nature.com ; mmueller@nutrfoodsc.uni-kiel.de ; hol-shin@korea.ac.kr

Sent: Wednesday, April 03, 2013 8:44 AM

Subject: Type 2 DM I Stage, i.e., Inherited Real Risk, rather than RANKL!

Dear Prof. Prof. Dr. Georg Schett,

To All,

seemingly, this is the time for emphasising the role of RANKL in type 2 DM: today’s growing epidemics!

Clearly, my Colleagues and peer-review Editors do not want to  know what does it mean Diabetic Constitution-Dependent, Inherited Real Risk, the First among Five Stages of DM:

Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [PubMed indicizzato per Medline]

Sergio Stagnaro.   New Renaissance in Medicina. Prevenzione Primaria del Diabete Mellito tipo 2. Sito del Convegno, http://qbsemeiotics.weebly.com/atti-del-convegno.html, 16 November, 2010; Lectio Magistralis.  http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/report_stagnaro.pdf

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. [Pub-Med indexed for MEDLINE] In press.

In addition, although overlloked by Authors and Editors, Quantum Biophysical Semeiotics allows physicians to bedside recognise both hepatosteatosis and hepatic inflammation, even RANKL in nature:

Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

From the above remarks, I conclude saying: Type 2 DM, this unknown…

Regards

Sergio Stagnaro

Sergio Stagnaro MD

Via Erasmo Piaggio 23/8,

16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy

Founder of Quantum Biophysical Semeiotics,

Honorary President of  International Society of

Quantum Biophysical Semeiotics  (SISBQ)

Who’s Who in the World (and America)

since 1996

Ph 0039-0185-42315

Cell. 3338631439

http://www.semeioticabiofisica.it

http://www.sisbq.org

dottsergio@semeioticabiofisica.it

Advertisements